Villa Serena Jesi, duro accordo sulla pelle dei medici

Il 14 dicembre 2015 è stato firmato un sofferto accordo sindacale per il fallimento Salus s.r.l. , società proprietaria della casa di Cura Villa Serena: accordo che penalizza fortemente la classe medica.
In seguito al fallimento nel 2012 della società Salus s.r.l. per i dipendenti della Casa di Cura Villa Serena è iniziato un percorso molto accidentato, che ha portato, nel settembre del 2015, all’amministrazione straordinaria, in seguito ad un’offerta irrevocabile d’acquisto.

villa serena jesi

L’offerta di acquisto, subordinata alla firma di un accordo sindacale, prevede la riassunzione ex-novo di tutti i dipendenti al livello base del CCNL, dopo il licenziamento e la messa in mobllità da parte della curatela.
Per i medici di Villa Serena è un duro colpo. Come già avvenuto in Abruzzo per Villa dei Pini, le condizioni di dissesto finanziario e amministrativo si ripercuotono sui dipendenti, nonostante Villa Serena rappresenti l’unico polo di Cardiologia Riabilitativa nella Regione Marche, dove vengono ricoverati i pazienti cardiochirurgici in fase post-operatoria precoce, e dove operano professionalità di alto livello.
Nonostante il tentativo di Cimop di modificare le condizioni di base dell’offerta, la nuova società acquirente concede molto poco alla classe medica, che risulta quella più penalizzata dal nuovo assetto.

Rossella Fortuna
Segretario Cimop Marche