Legge Gelli: anche Cimop stipula la polizza

Cimop si è attivata per una valutazione di polizze assicurative utili ad assolvere quanto previsto dalla legge Gelli. La stipula di tale polizza costituisce la tutela assicurativa personale del medico che deve (a proprie spese) obbligatoriamente stipularla.

(CLICCARE QUI PER LA SCHEDA INFORMATIVA

Essa lo “accompagnerà” per tutta la sua carriera lavorativa preservandone il patrimonio personale. E’ obbligatoria in base alla nuova normativa (art. 10, comma terzo) che dispone: “al fine di garantire efficacia alle azioni di cui all’articolo 9 (ndr Azione di Rivalsa) e all’articolo 12, comma 3, (ndr Surroga ex art. 1916) ciascun esercente la professione sanitaria operante a qualunque titolo in strutture sanitarie o sociosanitarie pubbliche o private provvede alla stipula, con oneri a proprio carico, di un’adeguata polizza di assicurazione per colpa grave”.

Utile sottolineare che soluzioni alternative non sono conformi alla normativa vigente in quanto tutelano l’esercente esclusivamente in riferimento al rapporto di lavoro attuale. Tra di essere spiccano:

-i meccanismi contrattuali di estensione alla colpa grave del personale sanitario o di rinuncia all’azione di rivalsa da parte dell’Assicuratore di RC della struttura ove l’esercente presta la propria attività, poiché esclusivamente riferita all’attività espletata presso la struttura contraente;

-eventuali soluzioni di garanzia alternative alla stipula di una polizza personale (la Legge, per la polizza di Colpa Grave, non ammette misure analoghe);

-accordi aziendali di rinuncia alla rivalsa.

La polizza di Colpa grave deve quindi garantire la responsabilità personale del medico anche derivante da fatti accaduti in costanza di rapporti di lavoro precedenti e successivi a quello attuale, nonché operare (in favore dell’esercente o dei suoi eredi) per i dieci anni postumi alla cessazione definitiva dell’attività.

L’Esercente che non si dota di polizza personale a tutela del rischio “Colpa Grave” non adempie alle prescrizioni di legge. E’ opportuno precisare che l’obbligo e i requisiti della polizza di colpa grave sono stati già integralmente indicati dalla normativa vigente (Legge nr. 24/2017) e non sono oggetto degli attesi Decreti Attuativi.

Proprio al fine di consentire l’adempimento dell’obbligo di legge e di calmierare i costi della garanzia di “Colpa Grave”, Cimop ha dato incarico a diversi Broker e ha ricevuto alcune proposte che sono state valutate nel corso dell’ultimo Consiglio Direttivo Nazionale (CDN). Il CDN ha valutato come utile alle esigenze dei medici la polizza presentata da Ecclesia GEAS Sanità Srl, nella figura del proprio Amministratore Delegato, Dott.ssa Paola Buonopane.

La Ecclesia GEAS Sanità Srl si è confrontata con Cimop per analizzare le esigenze dei medici che operano nella sanità privata, e ha messo a punto, in collaborazione con i Lloyd’s of London, una Convenzione assicurativa tarata sulle esigenze della Cimop stessa.

L’assicurazione tutela i medici dalle azioni previste nell’articolo 9 della Legge Gelli-Bianco con massimali adeguati alla normativa vigente e garantisce la responsabilità del suddetto personale (anche derivante da colpa lieve) in ipotesi di interventi di primo soccorso per dovere deontologico con un massimale di € 1.000.000,00.

Il premio annuo lordo, comprensivo di imposte, per i medici del settore privato è pari a € 256.

Per le modalità di attivazione della Polizza colpa grave, il singolo medico (connettendosi al seguente link, http://www.ecclesiageas.iusrl.it) potrà accedere al portale dedicato del broker ECCLESIA GEAS SANITA – CONVENZIONE COLPA GRAVE PERSONALE SANITARIO DI STRUTTURA PRIVATA, e potrà visionare il fascicolo informativo completo delle condizioni di assicurazione, compilare il modulo di adesione e perfezionare l’acquisto della propria polizza assicurativa.

twitter@CimopItalia