Convegno Cimop: “L’Ospedalità Privata Convenzionata in Friuli Venezia Giulia”

esterno pieghevole okOspedalità Privata Convenzionata in Friuli Venezia Giulia” è il titolo del seminario promosso dalla sezione regionale friulana della Cimop il prossimo 1 ottobre nella Sala Riunioni “Nuovo Doge” a Villa Manin di Passariano in provincia di Udine.

I continui mutamenti legislativi nazionali e regionali hanno indotto i responsabili locali del Sindacato dei Medici dell’Ospedalità Privata ad indire questo sinedrio al fine di analizzare compiutamente l’evoluzione del sistema “sanità” e, quindi, studiarne le ricadute.

Ma, per parlare delle norme che regolano la sanità italiana, si deve iniziare ricordando la “Riforma del Titolo V” del 2001. Con questa modifica costituzionale le Regioni ottenevano infatti autonomia legislativa soprattutto in ambito sanitario. Questa riforma ha portato, di fatto, alla creazione di 21 sanità diverse in Italia, con un progressivo decadimento del nostro SSN.

Vanno poi citate la legge Fornero che ha modificato profondamente il sistema pensionistico italiano e la legge Balduzzi che, da una parte ha introdotto pesanti criteri di riordino della rete ospedaliera pubblica e privata convenzionata e, dall’altra, è intervenuta sulla responsabilità professionale inserendo l’obbligo assicurativo per gli iscritti agli Ordini Professionali, obbligo poi sospeso grazie all’ intervento della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici ed al pronunciamento del Consiglio di Stato con sentenza del dicembre 2014.

CIMOP FVG NERI-DE RANGOEd è sempre del 2014 la legge 161 che, in base a disposizioni europee, riscriveva alcune norme sull’ orario di lavoro sulla cui applicazione è ancora acceso il dibattito circa la reale possibilità di messa in atto stante gli accordi contrattuali e le attuali dotazioni di organico delle strutture private convenzionate.

Più recentemente il decreto del dicembre 2015 sull’appropriatezza prescrittiva del Ministro Lorenzin ha rischiato di determinare una guerra aperta fra i Medici di Medicina Generale e gli Specialisti con il paziente in ostaggio di cavillosi vincoli burocratici.

Vale la pena rammentare che tale decreto, anche grazie ad una sollevazione della categoria, è stato prima ammorbidito con la circolare ministeriale del marzo 2016 e poi addirittura annullato come previsto nel testo del DPCM sui nuovi LEA attualmente in via di approvazione.

Nel frattempo in questo panorama la regione FVG alla fine del 2014 approvava la Riforma Sanitaria Regionale che, come dichiarato dall’ assessore Telesca (che interverrà al Convegno) “non prevede tagli ma riorganizzazione, con l’ obiettivo di mettere al centro i bisogni del cittadino ed utilizzare le risorse laddove servono”.

Va però ricordato che la Regione FVG nell’ottobre 2015 approvava la delibera 2034 che di fatto tagliava fuori dalla gestione del paziente i Medici delle Strutture Private Convenzionate limitando drasticamente, e solo per questa categoria, l’uso del ricettario regionale salvo ovviare poi a tale problema con la delibera 951 del maggio 2016.

In tutto questo si inserisce poi il rinnovo del contratto di lavoro, ormai fermo al 2005, e per il quale, come relazionerà nel corso del Convegno il Segretario Nazionale della CIMOP Carmela De Rango, si sono aperte le trattative.

Trattative che non si presentano nè rapide nè semplici e dove dovrà essere affrontato, oltre l’aspetto economico, anche il nodo dell’ inquadramento dei Medici e delle sue ricadute non esenti da potenziali problemi. Si dovrà quindi, come già espresso dalla De Rango, trovare una normativa contrattuale di tutela per i Medici dell’ Ospedalità Privata cosa che dovrà passare anche attraverso il coinvolgimento dei consulenti legali del Sindacato. A tale proposito la Relazione al Convegno dell’ Avvocato Berruti, che da anni collabora con la CIMOP, servirà a presentare la Rete Legale del Sindacato.

La CIMOP infatti, per venire incontro alle esigenze dei propri iscritti, ha costituito un Pool di Legali, esperti in materia di Diritto del Lavoro, ed in particolar modo del settore sanitario, che coordinati dall’ Avvocato Berruti, saranno a disposizione del Sindacato per tutelare i propri iscritti.

In definitiva, come risulterà chiaro all’ incontro del 1 ottobre, fare il Medico in una struttura privata può sembrare semplice e gratificante ma l’ essere Medico nell’ Ospedalità Privata Convenzionata è molto più difficile di quanto si possa pensare.

Tener dritto infatti il timone della indipendenza di giudizio e di comportamento del Medico è una prova di rettitudine morale non indifferente ed il continuo mutare delle leggi è un ostacolo in più. In tal senso la conoscenza dei contenuti delle norme che regolano il proprio lavoro è condizione fondamentale per far valere il pensiero di quei Medici che vogliono vivere attivamente la loro professionalità nell’ ambito dell’ Ospedalità Privata Convenzionata.

Massimo Neri

Vice Segretario Regionale CIMOP FVG

Responsabile Scientifico Convegno “Ospedalità Privata Convenzionata in Friuli Venezia Giulia”

interno pieghevole ok