Contratto, clima costruttivo nel vertice con Aris

Sono riprese con spirito collaborativo le trattative per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro anche in sede Aris. Il 14 giugno scorso le due delegazioni trattanti per il rinnovo del contratto Aris e Cimop si sono riunite per continuare a definire le linee programmatiche che dovranno costituire le fondamenta del prossimo contratto nazionale.
Durante l’incontro, la Fondazione Aris ha presentato la propria piattaforma (il testo integrale è disponibile sul sito Cimop). La delegazione Cimop, non avendo ricevuto in anticipo il documento, si è riservata di valutarlo e presentare successivamente la proprie osservazioni.
Sempre durante l’incontro, è stata ribadita ancora una volta la volontà di proseguire nella direzione della dirigenza, volendo preparare il campo anche qualora si riuscisse a trovare una soluzione per equiparare i titoli di carriera tra pubblico e privato.
Il clima nel quale si è svolta la riunione è stato costruttivo e all’insegna di un’intesa di massima sui principi generali. Restano da esprimere, naturalmente, le valutazioni di merito sul documento ricevuto. È necessario studiarlo a fondo e verificare la sua applicazione in tutte le realtà aziendali nelle quali Cimop è presente. “Abbiamo già visto – ha aggiunto il segretario nazionale Cimop Carmela De Rango, in piena sintonia con la sua delegazione – che ci sono questioni molto delicate sulle quali Cimop si era già espressa. Non vogliamo però precludere nessuna strada. Da parte nostra – ha aggiunto – abbiamo rappresentato ancora una volta la questione della mancata applicazione in alcune realtà dell’accordo ponte economico del 2009 che dovrà trovare una soluzione nel corso di questa trattativa. In particolare nella regione Lazio, in alcune realtà Aris, l’accordo Ponte del 2009 non è stato per niente applicato. Abbiamo però constatato la volontà di Aris di trovare una soluzione su questo tavolo”.