Cimop, buon lavoro al neo ministro Speranza. De Rango: “Ora risolvere il trittico di emergenze”

“Una rapida sterzata che risolva il trittico di emergenze della sanità italiana: gli aumenti per il Fsn, la soluzione per la carenza di personale, il destino della Legge Lorenzin sull’obbligo vaccinale”.

Questo l’auspicio del Segretario Nazionale della Cimop (Confederazione Italiana Medici Ospedalità Privata), dott.ssa Carmela De Rango, nel rivolgere gli auguri di buon lavoro al neo ministro della Sanità Roberto Speranza.

“Si tratta di un passo indispensabile nella direzione della buona sanità – osserva De Rango – e in questo senso mi auguro che lo sforzo del neo ministro possa essere corroborato da un dialogo, proficuo e costante, con tutti gli attori in campo, come i players sindacali. La consapevolezza del momento, sommata alle contingenze che stanno caratterizzando la professione, come le evoluzioni della Legge Gelli, il mancato ricambio nelle corsie e le aggressioni continue a medici che impongono una legge ad hoc, siano stella cometa della nuova azione. L’aumento esponenziale delle richieste risarcitorie, le lungaggini e l’imprevedibilità della macchina giudiziaria, le incertezze della copertura assicurativa condizionano e minano in profondità il rapporto fiduciario medico-paziente. Per cui lo spirito di un sindacato moderno come la Cimop credo debba orientarsi verso nuove sfide anche sociali come questa, nella consapevolezza che la cerniera tra mondo del lavoro, professioni e welfare può essere rafforzata proprio alla luce delle risposte che il mondo sindacale vorrà offrire, assumendosene la precisa responsabilità. E il ruolo centrale del neo ministro Speranza – conclude – sarà decisivo per nuove policies dedicate”.

twitter@CimopItalia