Attività, obiettivi e progetti Cimop nel primo trimestre dell’anno

img_1986-17-12-16-12-51Dopo il grande successo del Convegno di Brescia del 17 dicembre 2016, “LA SANITA’ PRIVATA TRA RIFORME E NUOVE REGOLE, che ha ricevuto il gradimento di tutti i corsisti, è ripresa anche nel 2017 la frenetica attività del nostro sindacato.  Il 19 gennaio il Segretario Nazionale Carmela De Rango, ha partecipato alla prima riunione programmatica del 2017 di APM. Il primo febbraio ha rappresentato Cimop nella riunione convocata da FNOMCeO presso la nuova sede della Federazione. Su entrambi gli eventi, come è ormai consuetudine, è stato scritto e “socializzato”(TW, Facebook, sito, ecc.) un articolo informativo.  L’11 febbraio si è svolto a Roma il primo esecutivo nazionale per il 2017 che ha voluto fare il punto delle attività svolte e da svolgere in preparazione del CDN.

De Rango ha continuato a mantenere i contatti con ARIS e AIOP e ha sollecitato un incontro per riprendere le trattative finalizzate al rinnovo del ccnl, ferme dopo l’ultima riunione del 6 dicembre 2016. Sono così arrivate le convocazioni e il 15 marzo 2017, alle ore 15.00, Cimop, con una delegazione ristretta costituita dal Segretario Nazionale, Carmela De Rango, e dal Segretario Cimop Lazio, Stefano Neri, incontra una delegazione ristretta ARIS composta dal capo delegazione, avv. Giovanni Costantino, e dal presidente Aris Lazio, dr. Michele Bellomo. Dobbiamo constatare che le trattative con ARIS hanno una forma ben definita da una piattaforma (allegata) presentata da Aris, alla quale Cimop ha dato una risposta (allegata). Entrambi i documenti delineano dei buoni presupposti di partenza.

Il recente ritorno di FdG in casa Aris fa sperare che si possa trattare il rinnovo del ccnl dei medici di FdG sullo stesso tavolo Aris. Certo è che prima di andare avanti vogliamo delle risposte sulla questione ARIS Lazio (mancata applicazione dell’accordo economico 2009). Intanto si stanno svolgendo le elezioni del Presidente nazionale ARIS. “Noi siamo fiduciosi che il nuovo Presidente possa dare un impulso positivo a smuovere la situazione di stallo dovuta alla questione della mancata applicazione del contratto economico del 2009 nella case di cura Aris della regione Lazio” osserva De Rango. La riunione del 15 marzo, con una commissione ristretta, intende cercare una mediazione che possa essere di soddisfazione per i medici che aspettano l’adeguamento economico dal 2009.

Nella stessa giornata del 15 marzo, la delegazione Cimop incontra la delegazione AIOP. Dopo le dichiarazioni del capo delegazione Emmanuel Miraglia in sede di notiziario Cimop dicembre 2016, nel convegno Cimop di Brescia dicembre 2016 e sull’ultimo numero di Informaiop, inizia a prendere forma quella che potrebbe essere una piattaforma AIOP. Certo è che al momento nulla “è certo”….

“Dobbiamo darci un metodo perché se Cimop e Aiop continuano a rilasciare dichiarazioni senza nulla di concreto fra dieci anni saremo ancora qui a discutere e rilasciare dichiarazioni ma senza risultati concreti – continua De Rango – Domani dovrà essere una riunione programmatica sia riguardo ai contenuti sia riguardo alla calendarizzazione degli incontri. Noi continuiamo a ribadire la necessità di riportare AIOP, ARIS e FdG su un unico tavolo. Abbiamo più volte ribadito le disuguaglianze tra noi e i medici che lavorano nelle strutture pubbliche. Non vogliamo anche noi contribuire ad aumentare la fornita lista con ulteriori differenze tra i medici che lavorano in casa Aiop e quelli che lavorano in casa ARIS e FdG. Il Contratto dovrà essere unico per i medici che lavorano nel privato accreditato. Stesse regole e stesse retribuzioni. Lanciamo quindi ancora una volta l’appello alle due associazioni Datoriali, Aiop e Aris, a riunirsi su un unico tavolo di contrattazione. Rivolgiamo un appello ai due presidenti Aiop e Aris di parlarsi e trovare una soluzione a questa assurda divisione”.

Continuando in quelli che sono i prossimi appuntamenti Cimop, il 16 marzo il segretario partecipa alla riunione indetta da APM che vede all’odg l’approvazione del documento programmatico del 2017.

L’ultimo appuntamento della settimana è fissato per sabato 18 marzo con il Consiglio Direttivo Nazionale. Tra tutti gli argomenti all’odg è prevista una relazione dei segretari regionali. In questo modo la periferia arriva al centro e il centro va in periferia e il sindacato “cammina” portando avanti le necessità dei medici che sono la componente fondamentale della nostra associazione.