Cimop Humanitas

HUMANITAS, PERCHE’ CIMOP E’ SODDISFATTA DEL PRIMO INCONTRO CON LE PARTI AZIENDALI

Si è svolto presso l’istituto Humanitas di Rozzano, dando seguito alla richiesta avanzata dalla Rsn Cimop, un primo incontro con le controparti aziendali in presenza della Segretaria Nazionale Dott.ssa Carmela De Rango.

Al tavolo erano presenti due componenti aziendali e un rappresentante di Assolombarda. In discussione il rinnovo contrattuale AIOP (2002-2005), applicato ai medici dipendenti Humanitas, ormai scaduto da quasi 20 anni, e non più aggiornato, se non in un accordo ponte di sola valenza economica nel 2009 (risalente quindi a 15 anni fa). La controparte ha preso atto della determinazione di Cimop a procedere, almeno in prima battuta, per l’applicazione del ccnl ARIS-CIMOP sottoscritto il 7 ottobre 2020.

La Cimop ha messo un forte accento sulla parte normativa contenuta nel contratto del 2003, ormai superata dalla stessa legislazione, e in particolare sul fondamentale riconoscimento della dirigenza medica, e ciò che ne compete, e che ridarebbe almeno un po’ di dignità alla professione.

La Rsm ha anche trattato della necessità di una maggior riconoscimento economico, in linea con i dirigenti medici del settore pubblico, anche, e non solo, per un almeno parziale adeguamento al costo della vita, che dal 2009 ad oggi ha visto erodere il potere d’acquisto degli stipendi. É stata sottolineata l’importanza di conservare il patrimonio medico e umano che è stato fondamentale per la crescita di Humanitas, e lo sarà sempre, in quanto il servizio che fornisce l’azienda è in primo luogo la cura.

La controparte aziendale ha ascoltato con attenzione, e colto il disagio espresso. Ha poi dichiarato la disponibilità ad affrontare con urgenza il problema sollevato. Dopo aver valutato la sostenibilità di quanto posto, hanno comunicato che una risposta verrà fornita prima dell’estate.

“Non possiamo che dirci soddisfatti di questo primo incontro”, ha commentato la RSM Cimop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *