20210128-314

Bene Aiop, filantropicamente a disposizione per i vaccini. Ma quando intende rinnovarci il contratto scaduto da 15 anni?

“Siamo sollevati della disponibilità mostrata da Aiop per la campagna vaccinale, che si è detta a disposizione del Governo. Stride però, tale filantropica apertura, con il mancato rinnovo contrattuale per i medici della sanità privata: forse qualcuno punta a mostrare all’esterno un’immagine diversa da quella reale?”

Se lo chiede il Segretario Nazionale della CIMOP (Confederazione Italiana Medici Ospedalità Privata), dott.ssa Carmela De Rango dopo che il sindacato è sceso in piazza pochi giorni fa per protestare contro Aiop (l’associazione italiana delle cliniche private) che ha rinnovato il contratto ai non-medici ma non ai medici.

E osserva: “Dopo aver incrociato le braccia per 24 ore lo scorso 28 gennaio, denunciando la gravità assoluta della nostra situazione in un sit in piazza Montecitorio, mi accorgo che Aiop ha un cuore oltre il profitto. Bene la volontà dell’associazione di supportare il governo nell’azione di vaccinazione, così rilevante per le sorti del nostro paese: adesso però mi aspetto la medesima disponibilità di Aiop verso i diritti dei lavoratori, oppure si tratta di un fatto secondario e, quindi, ancora rinviabile? Mi auguro che i nuovi ministri del lavoro e della sanità del governo Draghi abbiano la possibilità di prestare attenzione a questa deprecabile disparità di trattamento, che vede i medici della sanità privata relegati a scomoda cornice per le parti datoriali. Ci negano la parificazione della retribuzione e un pari stato per un mero calcolo materiale. O, ancor più grave, per una precisa dequalificazione, professionale e personale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *